Shoah, Liliana Segre tra i giovani

Stefano Lolli

«IL DEBITO di tramandare la memoria di coloro che non sono tornati fa sì che io, finché avrò fiato, parlerò ai giovani, che stanno a sentire più degli adulti, di quello che è successo per la colpa di essere nati ebrei». L’intenso programma del Giorno della Memoria si apre, la prossima settimana, con un evento di assoluto spessore: venerdì alle 10.30, al Teatro Nuovo, Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz e nominata un anno fa senatore a vita, incontrerà gli studenti ferraresi. Voce autorevole e libera, la Segre si dice, da sempre, impegnata in una missione, quella di raccontare ai più giovani quello che è realmente accaduto nella tempesta della Shoah. «Coltivare la memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza – le sue parole – e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare». L’incontro, aperto anche al pubblico e organizzato dal Meis – che vuole caratterizzarsi, con ciò, come fondazione culturale capace di dialogare con il presente – con il supporto dell’Istituto di Storia Contemporanea, si aprirà con il saluto del prefetto Michele Campanaro, del sindaco Tiziano Tagliani e del presidente del Museo Dario Disegni, e di Giuseppe Desco, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale. Introdurranno l’intervento della Segre il direttore del Meis Simonetta Della Seta e la presidente di Isco Anna Quarzi.

UN PRELUDIO importante alla ricorrenza vera e propria del Giorno della Memoria (21 gennaio), che vedrà molti appuntamenti. Il Meishop di via Piangipane ne rappresenterà il fulcro, con ben quattro appuntamenti in due giorni: il 21 si inizierà con la presentazione del libro di Simon Levin Sullam «1938. Storia, racconto, memoria»: tredici racconti ispirati da documenti ed eventi reali, legati alla persecuzione dei diritti da parte della persecuzione fascista. Appuntamento successivo con un incontro dedicato a Etty Hillesum, la scrittrice olandese deportata e uccisa ad Auschwitz nel 1943, a soli 29. Del suo Diario e delle straordinaria Lettere, parleranno Alessandro Barban e Antonio Caro Dall’Acqua. Il 22 gennaio, sempre al Meis, si terrà dapprima l’incontro con Daniel Vogelmann, fondatore della casa editrice La Giuntina, che presenterà Piccola autobiografia di mio padre, dedicata alla figura del padre Shulim. Al pomeriggio, invece, incontro con Fabio Isman, autore del saggio «1938. L’Italia razzista».


GLI EVENTI

Film in carcere e concerto corale

NEL PROGRAMMA del Giorno della Memoria spiccano almeno altri due eventi; nella serata del 21 gennaio, al Teatro Comunale, la corale Vittorio Veneziani si

esibirà in un repertorio di musiche dello storico direttore, e Gaetano Donizetti. Piero Stefani ha curato un testo ‘Dal Teatro alla Scala alla canonica di Roveredo’, sulla figura di Veneziani, chiamato nel teatro milanese da Arturo Toscanini nel 1921. In carcere, invece, sarà proiettato il 23 gennaio il ‘docufilm’ di Ruggero Gabbai «La razzia», sul rastrellamento degli ebrei romani.

Altri contenuti

Rosh HaShanah 5783

Rosh HaShanah 5783

La sera di domenica 25 settembre inizierà Rosh HaShanah, il Capodanno ebraico, durante il quale si festeggerà l’ingresso nell’anno 5783. Il Capodanno cade il 1° del mese ebraico di Tishrì e apre un intenso periodo di festività che vogliamo celebrare con un’immagine fortemente simbolica: la ricostruzione della pavimentazione del IV secolo della sinagoga di Bova Marina a San Pasquale (Reggio Calabria), […]
Seminario “Opere da ritrovare”. I beni culturali sottratti agli ebrei in Italia: un primo bilancio

Seminario “Opere da ritrovare”. I beni culturali sottratti agli ebrei in Italia: un primo bilancio

16 settembre 2022, ore 9.30, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Macchia A seguito della promulgazione delle leggi razziali, nel periodo tra il 1938 e il 1945, vennero sottratti alle comunità ebraiche presenti nelle diverse città italiane e a singoli cittadini ebrei un numero imprecisato di beni culturali: opere d’arte, ma anche libri, documenti, mobilio, argenteria, oggetti […]
6 settembre, gita musicale sulla Nena

6 settembre, gita musicale sulla Nena

Martedì 6 settembre dalle 18.00 è prevista una gita gratuita sulla Nena, il battello fluviale, con l’accompagnamento musicale curato da PAOLO BUCONI & FLAVIO PISCOPO. Paolo Buconi è un etnomusicologo e violinista. La sua caratteristica fondamentale è unire il canto della voce a quella del violino. Ha sempre affiancato alla musica classica la sua passione per le musiche dei popoli, prima […]
6 settembre, evento per il Centenario del Liceo Roiti

6 settembre, evento per il Centenario del Liceo Roiti

Martedì 6 settembre alle 16.30, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS (via Piangipane, 81) ospita un evento dedicato alla memoria di Yoseph Colombo, rabbino, filosofo e preside del Liceo “A. Roiti” di Ferrara fino al 1938, anno in cui – a causa della promulgazione delle Leggi razziali – dovrà lasciare l’incarico.  L’incontro, aperto […]
Anteprima ferrarese di Piazza

Anteprima ferrarese di Piazza

Chi sono gli ebrei di Roma? Cosa è la Piazza? Come è cambiata la vita nel quartiere dell’ex ghetto dopo la retata nazista del 16 ottobre 1943? L’ARENAMEIS si chiude mercoledì 31 agosto alle 21.00 con “Piazza”, il documentario prodotto da Nanni Moretti e girato dalla talentuosa regista Karen Di Porto, già firma del film “Maria per Roma”. Di Porto tratteggia un ritratto dolceamaro […]