Russi ed egiziani, tuffi nel Medioevo e ritratti di famiglia feste per gli occhi

PAOLA NALDI

Rito profano tra la liturgia pasquale, la visita ai musei in questi giorni di festa è diventata una consuetudine per i bolognesi e una occasione in più per i turisti che vogliono scoprire i tesori d’arte. Occasione da non lasciarsi scappare anche perché, come ogni prima domenica del mese, per Pasqua si visitano gratuitamente i musei statali e le collezioni permanenti dei musei civici.

A Bologna le sedi dei Musei civici si visitano oggi e domani, quasi tutte dalle 10 alle 18.30, potendo scegliere percorsi anche tra visite guidate e laboratori (info: www.comune.bologna.it). Al Mambo tutto ruota attorno alla mostra “Revolutija. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky” con i capolavori provenienti dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, che in questi giorni di festa prolunga l’apertura fino alle ore 20 e propone visite guidate domani alle ore 16 e alle ore 17.30 (info@mostrarevolutija.it). Dal presente al passato, c’è poi da scoprire la Bologna del passato attraverso alcuni percorsi sull’antichità, partendo naturalmente dal Museo Archeologico in via dell’Archiginnasio che ha allestito l’esposizione “Ritratti di famiglia. Personaggi, oggetti, storie del Museo Civico fra Bologna, l’Italia e l’Europa”. Poi, volendo fare alcuni approfondimenti, si può scegliere tra alcune visite guidate: oggi alle 16 “Vivere per sempre: dei, riti, simboli funerari nell’antico Egitto”, domani alla stessa ora “In viaggio con Erodoto al Museo Archeologico”. Ma un’altra tappa in questo percorso è al Medievale con la mostra “Medioevo svelato. Storie dell’Emilia-Romagna attraverso l’archeologia”, passeggiata tra goti, bizantini e longobardi. Se invece non ci si vuole allontanare troppo da piazza Maggiore si può salire a Palazzo d’Accursio e vedere alle Collezioni Comunali l’esposizione “Creti, Canova, Hayez. La nascita del gusto moderno tra ‘700 e ‘800 nelle Collezioni Comunali d’Arte”. Oppure scendere nel sottopasso di Piazza Re Enzo per gli ultimi due giorni dell’esposizione “Bologna fotografata” (orario 10-20). Le proposte espositive di Genus Bononiae oggi e domani si dividono in due: la bella personale dedicata all’artista cinese Zhang Dali, “Meta-Morphosis”, da vedere a Palazzo Fava (orario 10-20); la mostra documentaria “Il Nettuno: architetto delle acque. Bologna, l’acqua per la città tra Medioevo e Rinascimento” in Santa Maria della Vita (orario 10-19). A Palazzo Albergati, Arthemisia propone un viaggio nel Paese del Sol Levante con “Giappone. Storie d’amore e guerra”, aperta dalle 10 alle 20. Volendo spingersi fuori porta, da non dimenticare Ferrara e le sue mostre. Al MEIS si visita “Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni” (orario 10-18). A Palazzo dei Diamanti è allestita “Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni” (orario 9- 19). A Forlì, i Musei di San Domenico ospitano “L’Eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio”(orario 9.30-20). Curiosa l’esposizione del MIC di Faenza (orario 10-19), “Lenci. Collezione Giuseppe e Gabriella Ferrero” tra moda, costume e bon ton degli anni Trenta.

Altri contenuti

Rosh HaShanah 5783

Rosh HaShanah 5783

La sera di domenica 25 settembre inizierà Rosh HaShanah, il Capodanno ebraico, durante il quale si festeggerà l’ingresso nell’anno 5783. Il Capodanno cade il 1° del mese ebraico di Tishrì e apre un intenso periodo di festività che vogliamo celebrare con un’immagine fortemente simbolica: la ricostruzione della pavimentazione del IV secolo della sinagoga di Bova Marina a San Pasquale (Reggio Calabria), […]
Seminario “Opere da ritrovare”. I beni culturali sottratti agli ebrei in Italia: un primo bilancio

Seminario “Opere da ritrovare”. I beni culturali sottratti agli ebrei in Italia: un primo bilancio

16 settembre 2022, ore 9.30, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Macchia A seguito della promulgazione delle leggi razziali, nel periodo tra il 1938 e il 1945, vennero sottratti alle comunità ebraiche presenti nelle diverse città italiane e a singoli cittadini ebrei un numero imprecisato di beni culturali: opere d’arte, ma anche libri, documenti, mobilio, argenteria, oggetti […]
6 settembre, gita musicale sulla Nena

6 settembre, gita musicale sulla Nena

Martedì 6 settembre dalle 18.00 è prevista una gita gratuita sulla Nena, il battello fluviale, con l’accompagnamento musicale curato da PAOLO BUCONI & FLAVIO PISCOPO. Paolo Buconi è un etnomusicologo e violinista. La sua caratteristica fondamentale è unire il canto della voce a quella del violino. Ha sempre affiancato alla musica classica la sua passione per le musiche dei popoli, prima […]
6 settembre, evento per il Centenario del Liceo Roiti

6 settembre, evento per il Centenario del Liceo Roiti

Martedì 6 settembre alle 16.30, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS (via Piangipane, 81) ospita un evento dedicato alla memoria di Yoseph Colombo, rabbino, filosofo e preside del Liceo “A. Roiti” di Ferrara fino al 1938, anno in cui – a causa della promulgazione delle Leggi razziali – dovrà lasciare l’incarico.  L’incontro, aperto […]
Anteprima ferrarese di Piazza

Anteprima ferrarese di Piazza

Chi sono gli ebrei di Roma? Cosa è la Piazza? Come è cambiata la vita nel quartiere dell’ex ghetto dopo la retata nazista del 16 ottobre 1943? L’ARENAMEIS si chiude mercoledì 31 agosto alle 21.00 con “Piazza”, il documentario prodotto da Nanni Moretti e girato dalla talentuosa regista Karen Di Porto, già firma del film “Maria per Roma”. Di Porto tratteggia un ritratto dolceamaro […]