FESTA NEL VERDE

di STEFANO LOLLI

È INIZIATA idealmente al Meis, con un gesto di grande valenza simbolica, la nuova edizione di ‘Interno Verde’. Ieri mattina, infatti, il Giardino delle Domande del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah si è arricchito di due nuovi ulivi e quattro melograni. Grazie a un paio di donazioni di privati, salgono così a sette gli ‘alberi biblici’ presenti in via Piangipane. «Un albero per ognuno dei dieci anni dello Stato di Israele», ha sottolineato il direttore del Meis Simonetta Della Seta, affiancata dal Rabbino Luciano Caro, dalla professoressa Anna Lodi Sansonetti e dall’avvocato Claudio Maruzzi, delegato per Ferrara di Kkl Italia Onlus, l’organizzazione ecologica che punta allo sviluppo, alla bonifica e al rimboschimento della Terra di Israele. Rivolgendosi agli studenti del liceo artistico Severini di Ravenna, in visita al Museo, Della Seta ha ricordato che «il primo dei Salmi dice che l’uomo è come un albero e mette le radici solo se è una persona buona. L’albero è molto importante nella cultura ebraica, è il segno di Dio. Qui al Meis stiamo cercando di far crescere un luogo che racconti la storia e la cultura degli ebrei italiani e dell’ebraismo, incentrate sulla vita. Perciò, per noi, aver creato un giardino con piante di alloro, mirto, timo, lavanda e maggiorana (gli aromi utilizzati per l’Havdalah, la preghiera di fine Shabbat) e poter piantare altri alberi è parte di un percorso anch’esso incentrato sulla vita, su una cultura viva che ci riguarda tutti, ebrei e non ebrei». Sono stati quindi proprio i giovani ragazzi ravennati, dopo il saluto del rabbino, a impugnare la vanga e piantare i nuovi alberi.

MIGLIOR avvio, come detto, Interno Verde non poteva avere: oggi e domani la manifestazione propone il tradizionale appuntamento con l’apertura di giardini
privati e parchi pubblici ai visitatori. Luoghi in molti casi segreti, tutti sicuramente affascinanti, che il pubblico – dopo essersi munito, al Mercato Coperto di
via Santo Stefano, del ‘braccialetto’ che dà accesso alle singole location, e della mappa che ne riporta l’ubicazione – potrà ammirare sino a domani sera. Legando botanica e cultura. Ad esempio, oggi alle 17 all’Orto Botanico di corso Biagio Rossetti inaugura Trasfigurazioni emotive, mostra personale di Beatrice Gelli, visitabile fino al 18 maggio. L’artista presenta «i suoi alberi fatti di linee e spazi, ma anche di esperienze emotive e indelebili ricordi; alberi che raccontano un processo di crescita ed evoluzione personale, un percorso di purificazione e liberazione». Al Museo Archeologico di via XX Settembre, alle 11 e alle 16 visite guidate ‘Non c’è Spina senza rose’, domani alle 11 incontro su ‘La melagrana nel mito e nell’arte ferrarese’. Giardini… acquatici invece grazie alle escursioni con il battello Lupo, che dalla Darsena, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 porterà i visitatori a scoprire la fauna presente lungo il po di
Primaro e accedere ad alcune oasi private. E in concomitanza con la festa dei giardini, apertura straordinaria del Mercato Coperto, dove sarà allestito come
detto l’infopoint dell’intera manifestazione.

Altri contenuti

24 maggio, formazione online

24 maggio, formazione online

Proseguono le formazioni online gratuite realizzate nell’ambito del progetto europeo  REMEMBR-HOUSE, realizzato insieme alla Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura. Vi aspettiamo su Zoom venerdì 24 maggio alle 16.30 con l’incontro Le conseguenze economiche e sociali della persecuzione nazifascista. Interverranno: Ilaria Pavan (Scuola Alti Studi Lucca) – Una storia dimenticata? Il fascismo e la confisca dei beni ebraici  Barbara Costa (Archivio Storico Intesa […]
22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

In occasione della mostra “Ebrei nel Novecento italiano”, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS di Ferrara (via Piangipane, 81) propone due attività dedicate al Novecento al femminile da non perdere, realizzate in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara e con il 𝗖𝗼𝗺𝗶𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗥𝗲𝗴𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲 𝗘𝗺𝗶𝗹𝗶𝗮-𝗥𝗼𝗺𝗮𝗴𝗻𝗮 di 𝗞𝗼𝗺𝗲𝗻 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮, associazione in prima linea […]
15 maggio, la Resistenza dei fratelli Sereni

15 maggio, la Resistenza dei fratelli Sereni

Le celebrazioni per la Festa della Liberazione proseguono il 15 maggio alle 17.30 al Bookshop del MEIS (via Piangipane 81, Ferrara) con l’incontro “Emilio ed Enzo Sereni, due fratelli resistenti, due vite straordinarie.  Le scelte, i percorsi e i documenti”.Organizzata in collaborazione con l’Istituto Alcide Cervi di Gattatico (Reggio Emilia) e l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, la conferenza metterà in luce le affascinanti […]
12 maggio, evento al MEIS

12 maggio, evento al MEIS

La cucina ebraica italiana custodisce ricette che da secoli si tramandano di famiglia in famiglia. Una tradizione che si differenzia in ogni città e vede il dialogo armonioso tra i precetti delle feste e i cibi simbolici, le norme alimentari e prodotti tipici del territorio. Di questo e di molto altro parleremo domenica 12 maggio alle […]
9 maggio, evento online di #ITALIAEBRAICA

9 maggio, evento online di #ITALIAEBRAICA

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi racconti e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando […]