Un tapis roulant e 16 danzatori: Naharin al Comunale

«L’ARTE può insegnare la virtù di una nuova soluzione e il vantaggio di rinunciare a idee preconcette. La danza, in particolare, insegna che connotazioni nazionali, religiose, geografiche ed etniche non hanno importanza». Affronta con queste parole Ohad Naharin, coreografo israeliano autore di Last Work, il ruolo della danza nel comprendere l’altro da sé. Questa sera, infatti, alle 18, la Batsheva Dance Company arriva al Teatro Comunale con uno degli spettacoli più attesi della stagione di danza. Per approfondire il lavoro della compagnia, questa mattina alle 11 al Meis di via Piangipane 81, Roberto Casarotto (Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa e Operaestate Festival Veneto) terrà un incontro sulla danza nella cultura ebraica, con introduzione di Simonetta Della Seta, direttrice del Meis (ingresso libero).

La compagnia, ai massimi livelli del panorama mondiale e guidata da Naharin dal 1990 al 2018 (con una sola, breve interruzione nella stagione 2003-2004), presenterà a Ferrara in prima nazionale e in esclusiva per l’Italia Last Work, che indaga attraverso la danza quale potrebbe essere il ruolo della danza per permettere una migliore comprensione delle istanze e delle culture altrui. Sul fondo della scena, un tapis roulant, mentre sedici danzatori, immersi in un’atmosfera onirica, si muovono in una danza astratta, lentissima, quasi trattenuta nella parte iniziale, per poi rivelarsi via via carica di una energia dirompente. Strettamente connessa alla tecnica ‘gaga’, ideata dallo stesso Naharin per esplorare le potenzialità del corpo su più dimensioni, la pièce porta in scena un ricco ventaglio di movimenti. L’inventiva del suo vocabolario coreografico rendono Ohad Naharin uno dei coreografi più richiesti al mondo, mentre la Batsheva Dance Company è considerata una delle più importanti compagnie di danza contemporanea, con 34 danzatori provenienti non solo da Israele.

Altri contenuti

The Mortara case

The Mortara case

MARTEDÌ 22 GIUGNO – ore 19:00
#ITALIAEBRAICA Gerusalemme-Italia andata e ritorno

#ITALIAEBRAICA Gerusalemme-Italia andata e ritorno

Tornano le iniziative di #ITALIAEBRAICA, il progetto che riunisce i musei ebraici italiani. La serie di eventi online, inaugurata sulla piattaforma Zoom lo scorso dicembre, ci conduce alla scoperta della straordinaria ricchezza del patrimonio culturale ebraico. Intervengono: Gioia Perugia – Storage and Collection Manager Jack, Joseph, and Morton Mandel Wing for Jewish Art and Life dell’Israel Museum di Gerusalemme Amedeo Spagnoletto – Direttore del […]
Un pomeriggio in biblioteca Episodio 2

Un pomeriggio in biblioteca Episodio 2

È online la seconda puntata della rubrica del MEIS “Un pomeriggio in biblioteca”.Ogni mese Tania Bertozzi, la responsabile della Biblioteca del MEIS (gestita dalla Cooperativa Le Pagine), svelerà in brevi videoclip i nuovi arrivi, consigliando i titoli imperdibili e raccontando la storia dei fondi donati al Museo. Il protagonista di questo episodio è “La lingua che visse […]
Dal 4 giugno il MEIS ospita la mostra “Mazal Tov! Il matrimonio ebraico!”

Dal 4 giugno il MEIS ospita la mostra “Mazal Tov! Il matrimonio ebraico!”

Una mostra per raccontare uno dei riti più antichi e affascinanti dell’ebraismo: il matrimonio. “Mazal Tov! Il matrimonio ebraico”, curata da Sharon Reichel e Amedeo Spagnoletto e allestita dall’Architetto Giulia Gallerani, verrà inaugurata al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara-MEIS il prossimo 4 giugno e sarà aperta fino al 5 settembre. L’esposizione, che ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, […]
#ITALIAEBRAICA Bologna-Lecce, storie da riscoprire

#ITALIAEBRAICA Bologna-Lecce, storie da riscoprire

Tornano le iniziative di #ITALIAEBRAICA, il progetto che riunisce i musei ebraici italiani. La serie di eventi online, inaugurata sulla piattaforma Zoom lo scorso dicembre, ci conduce alla scoperta della straordinaria ricchezza del patrimonio culturale ebraico. Ogni mese due musei per volta sono i protagonisti di un episodio e costruiscono insieme un unico racconto che ha come tema i beni culturali ebraici italiani, […]