Un ospite illustre alla Festa del Libro Ebraico: David Grossman

Un vero ospite d’onore per la Festa del Libro Ebraico 2019, promossa dal Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah–Meis e prevista domenica 19 maggio: lo scrittore David Grossman arriva a Ferrara, al Teatro Comunale alle 17.

Un evento dedicato alla lingua ebraica, quello di quest’anno. Anche Grossman affronterà, in un dialogo diretto con la direttrice del Meis, Simonetta Dalla Seta, lo stretto rapporto che lo lega alla lingua del testo biblico, descrivendone l’utilizzo che ne fa all’interno delle sue celebri pubblicazioni. Al termine della chiacchierata, lo scrittore si fermerà per autografare le sue opere. L’incontro al Teatro Comunale sarà a ingresso gratuito.

Tante le iniziative previste per la giornata. Dalle 9.30, presso il bookshop del Meis di via Piangipane, un fitto calendario di presentazioni di libri divisi in due cicli, il primo ‘Profili di ebrei italiani’ vedrà protagonisti autrici del calibro di Gabriella Steindler Moscati, Marcella Filippa e Marta Nicolò, affiancate dalla storica dell’arte Martina Corgnati, dallo scrittore Guido Barbujan e dal Direttore della Fondazione Villa Emma, Fausto Ciuffi. Alle 11.30 il secondo ciclo, ‘Due casi letterari’ comprenderà le presentazioni di Giovanni Grasso, in dialogo con Anna Foa, e Alain Elkann, fiancheggiato da Vittorio Sgarbi.

Alle 15.30 la presentazione dell’installazione Libri Proibiti di Manlio Geraci, curata dal critico Ermanno Tedeschi, nel Giardino delle Domande, antistante lo stabile delle esposizioni, prima installazione d’arte contemporanea a entrare al Meis.

La Festa del Libro Ebraico fa parte del gran tour internazionale che il museo sta intraprendendo. “Torno ora da Berlino e Parigi – spiega la Dalla Seta – dove siamo stati ospiti dell’Ambasciata d’Italia e all’Istituto Italiano di Cultura. Il 29 maggio saremo all’University Club di New York”. Proprio al recente articolo del New York Times si deve un aumento dei visitatori stranieri, che oggi toccano un buon 30%.

In occasione dell’evento, il Meis aprirà alle ore 9 proponendo visite guidate alla mostra Il Rinascimento parla ebraico e al percorso Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni, dalle 10 alle 16, ogni due ore. Il costo della visita è di 5 euro da aggiungere al biglietto di ingresso al museo.

Altri contenuti

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Giovedì 16 dicembre alle 18.00 al bookshop del MEIS si terrà l’evento “Sara e Pacifica. Donne (stra) ordinarie dai ghetti di Venezia e di Roma”. Al centro dell’incontro la storia parallela di due donne ebree che nel ‘600, pur confinate tra le mura del ghetto, riuscirono ad emanciparsi e lasciare il segno.  Sara Copio Sullam è animatrice a Venezia di […]
24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

Mercoledì 24 novembre alle 17.00 al Bookshop del MEIS si terrà l’evento “Umanesimo e tecnologia in favore del dialogo interculturale” promosso dal Progetto di Traduzione del Talmud Babilonese e con il patrocinio del Comune di Ferrara.  Durante l’incontro sarà presentato l’ultimo avanzamento che il Progetto di Traduzione italiana del Talmud Babilonese sta compiendo sia in campo tecnologico che linguistico, la Yeshivah digitale: […]
Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Si apre venerdì 29 ottobre 2021 al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara il terzo importante capitolo che il MEIS ha concepito per dare vita al suo percorso: l’esposizione Oltre il ghetto. Dentro&Fuori. La mostra – curata da Andreina Contessa, Simonetta Della Seta, Carlotta Ferrara degli Uberti e Sharon Reichel e allestita […]
UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

Il 5 ottobre 2021 la Commissione europea ha presentato un documento strategico per combattere l’antisemitismo nei prossimi 9 anni. Ad aprirlo, una citazione del rabbino Jonathan Sacks, recentemente scomparso: “L’odio che inizia con gli ebrei non finisce mai con gli ebrei. Commettiamo un grande errore se pensiamo che l’antisemitismo sia una minaccia solo per gli […]
È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata improvvisamente Carla Di Veroli, delegata alla Memoria di Roma Capitale nella giunta Marino, nipote di Settimia Spizzichino, unica donna tornata dalla razzia del 16 ottobre. Il direttore Amedeo Spagnoletto la ricorda: Ciao Carla. Ci hai trasmesso la passione con cui si combatte la lotta per la libertà, quella battaglia giusta e perenne per […]