Rinascimento

Oggi al MEIS di Ferrara si apre ufficialmente la mostra “Il Rinascimento parla ebraico”. Si tratta di una scelta di politica culturale di alto significato. Il percorso ideato dai curatori e gli interessantissimi oggetti esposti ci parlano di un mondo nel quale l’incontro fra umanità diverse, ognuna con il suo bagaglio religioso, linguistico e storico, ha dato vita a una stagione che ha segnato profondamente la storia italiana. La conoscenza dell’altro e la contaminazione delle culture è stata per decenni fonte di arricchimento. Senza nascondersi le tensioni e le chiusure (dall’accusa di omicidio rituale all’invenzione dei ghetti), la mostra conduce il visitatore alla scoperta delle rappresentazioni artistiche nelle quali la lingua ebraica e le sue lettere hanno assunto un ruolo centrale, senza il quale l’esperienza rinascimentale italiana sarebbe stata profondamente diversa. Offrire al pubblico questa visione, in epoca di elezioni europee, significa compiere un’operazione politica coraggiosa, che prospetta il valore esemplare di una storia di apertura e confronto che ha dato luce nei secoli alla storia italiana, a fronte di una visione di chiusura e di ripiegamento (anche religioso, in tutte le comunità) che non promette se non una lenta decadenza autocompiaciuta.

Gadi Luzzatto Voghera, Direttore Fondazione CDEC

Altri contenuti

È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata improvvisamente Carla Di Veroli, delegata alla Memoria di Roma Capitale nella giunta Marino, nipote di Settimia Spizzichino, unica donna tornata dalla razzia del 16 ottobre. Il direttore Amedeo Spagnoletto la ricorda: Ciao Carla. Ci hai trasmesso la passione con cui si combatte la lotta per la libertà, quella battaglia giusta e perenne per […]
Estate 2021: I libri da mettere in valigia

Estate 2021: I libri da mettere in valigia

Quali libri leggere durante le vacanze estive? Tania Bertozzi, responsabile della biblioteca del MEIS (Cooperativa Le Pagine), ha pensato a qualche suggerimento che saprà soddisfare i lettori di ogni genere: da un giallo perfetto sotto l’ombrellone ad una storia d’amore che ci farà sognare, piangere e palpitare.  Raccontateci le vostre letture estive sui nostri social […]
Nuove modalità di accesso al museo

Nuove modalità di accesso al museo

In ottemperanza alle disposizioni del D.L. 23/07/2021, n. 105, previste per tutti i luoghi di cultura italiani, dal 6 agosto 2021 per poter accedere al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah sarà obbligatorio esibire il Green Pass unitamente ad un documento di identità valido. Le disposizioni non si applicano ai soggetti esenti sulla base di idonea […]
Tornano le visite guidate

Tornano le visite guidate

Scopri la mostra “Mazal Tov!” Riprendono le visite guidate a partenza fissa al MEIS. Protagonista, la nuova mostra “Mazal Tov! Il matrimonio ebraico” curata da Sharon Reichel e Amedeo Spagnoletto e allestita dall’Architetto Giulia Gallerani. Le visite sono previste ogni sabato e domenica alle 11.30 al costo di 5 euro oltre al prezzo del biglietto. La […]
The Mortara case

The Mortara case

MARTEDÌ 22 GIUGNO – ore 19:00