Premio dei Musei del Consiglio d’Europa al Correr

La Fondazione Musei Civici di Venezia ospita presso il Salone da Ballo del Museo Correr – venerdì 16 novembre, dalle ore 11 alle 17.30 – una conferenza internazionale realizzata in collaborazione con il Comune di Venezia, l’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa ed European Museum Forum.

L’appuntamento, suddiviso in due tavole rotonde, ha l’obiettivo di presentare progetti e sfide che i musei italiani dovranno affrontare per avere un peso e un ruolo nel prossimo futuro.

Quasi quattro italiani adulti su dieci non presenziano ad alcun tipo di attività culturale e circa sette italiani su dieci non vanno al cinema, non visitano un museo né un sito archeologico (rapporto Federculture 2018).

L’incremento della partecipazione passa indissolubilmente attraverso il concetto di innovazione ed è proprio di questo e di valori europei che si parlerà il prossimo 16 novembre al Museo Correr.

Da più di quaranta anni, l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa insieme a European Museum Forum, sostiene il Premio Museo del Consiglio d’Europa, alla ricerca istituzioni museali che promuovono tematiche e valori che accomunano i popoli europei nello spirito di condivisione culturale come promosso dalla Convenzione di Faro.

All’interno del premio di European Museum Forum, musei appena inaugurati o nuovamente ripensati provenienti dai 47 Paesi membri del Consiglio d’Europa concorrono ogni anno per i due premi European Museum of the Year Award (EMYA) e il Premio Museo del Consiglio d’Europa (CoE-MP), fornendo un’ampia panoramica su trend museali innovativi e concettuali e sulle politiche culturali museali più diffuse nei vari paesi.

Dopo i saluti istituzionali da parte di un rappresentante del Comune di Venezia, della Presidente Mariacristina Gribaudi e della Direttrice Gabriella Belli della Fondazione Musei Civici di Venezia e della Direttrice dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa Luisella Pavan-Woolfe, vi sarà la presentazione del contest da parte di Marco Biscione, giudice dell’EMYA, appena nominato direttore del M9 Museo del Novecento di Mestre e di Roberto Fasino, capo del segretariato della Commissione per la cultura, la scienza, l’istruzione e i media, Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (PACE). Seguirà una lectio magistralis del Prof. David Fleming, già direttore del National Museum di Liverpool, vincitore del Council of Europe Museum Prize nel 2013, sui temi del ruolo sociale, dell’etica e dei diritti umani di cui il museo contemporaneo deve essere portatore.

Prenderanno parte ad una prima tavola rotonda i musei vincitori del Council of Europe Museum Prize nel 2016 e nel 2018: European Solidarity Centre (Museo di Solidarnosc), Gdansk (Polonia) e il War Childhood Museum, Sarajevo (Bosnia Herzegovina) insieme ad Adele Gambaro, già Rapporteur della Commissione PACE per presentare i progetti che, in questi anni, meglio hanno messo sulla scena museale i valori che il Consiglio d’Europa ricerca e premia.

Una seconda tavola rotonda con Simonetta della Seta, direttore del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, Ferrara, Alessandro Cocchieri, direttore del MAP – Il Museo dell’Agro Pontino, Pontinia, Giampietro Brunello, Presidente della Fondazione di Venezia, Venezia – M9 Museo del Novecento di Mestre e Chiara Squarcina, Fondazione Musei Civici di Venezia – Museo del Merletto, Burano, discuteranno su come i musei italiani innovano rispetto ai temi della cultura immateriale.

La conferenza è organizzata da: Consiglio d’Europa ufficio di Venezia, Città di Venezia, Fondazione Musei Civici di Venezia, European Museum Forum.

Con il supporto di: soluzionimuseali-ims.

Altri contenuti

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Giovedì 16 dicembre alle 18.00 al bookshop del MEIS si terrà l’evento “Sara e Pacifica. Donne (stra) ordinarie dai ghetti di Venezia e di Roma”. Al centro dell’incontro la storia parallela di due donne ebree che nel ‘600, pur confinate tra le mura del ghetto, riuscirono ad emanciparsi e lasciare il segno.  Sara Copio Sullam è animatrice a Venezia di […]
24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

Mercoledì 24 novembre alle 17.00 al Bookshop del MEIS si terrà l’evento “Umanesimo e tecnologia in favore del dialogo interculturale” promosso dal Progetto di Traduzione del Talmud Babilonese e con il patrocinio del Comune di Ferrara.  Durante l’incontro sarà presentato l’ultimo avanzamento che il Progetto di Traduzione italiana del Talmud Babilonese sta compiendo sia in campo tecnologico che linguistico, la Yeshivah digitale: […]
Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Si apre venerdì 29 ottobre 2021 al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara il terzo importante capitolo che il MEIS ha concepito per dare vita al suo percorso: l’esposizione Oltre il ghetto. Dentro&Fuori. La mostra – curata da Andreina Contessa, Simonetta Della Seta, Carlotta Ferrara degli Uberti e Sharon Reichel e allestita […]
UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

Il 5 ottobre 2021 la Commissione europea ha presentato un documento strategico per combattere l’antisemitismo nei prossimi 9 anni. Ad aprirlo, una citazione del rabbino Jonathan Sacks, recentemente scomparso: “L’odio che inizia con gli ebrei non finisce mai con gli ebrei. Commettiamo un grande errore se pensiamo che l’antisemitismo sia una minaccia solo per gli […]
È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata improvvisamente Carla Di Veroli, delegata alla Memoria di Roma Capitale nella giunta Marino, nipote di Settimia Spizzichino, unica donna tornata dalla razzia del 16 ottobre. Il direttore Amedeo Spagnoletto la ricorda: Ciao Carla. Ci hai trasmesso la passione con cui si combatte la lotta per la libertà, quella battaglia giusta e perenne per […]