Monumenti Aperti. Piccole guide per grandi luoghi

Dopo il successo della 1ª edizione del 2017 s’è deciso di replicare l’impresa: Monumenti Aperti torna in città. Nel week end una serie di 38 classi di bimbi (circa 800) delle scuole elementari spiegheranno, come veri e propri ciceroni, alcuni luoghi cult dell’architettura ferrarese del ’900. Il vicesindaco Massimo Maisto ha

spiegato come «Monumenti Aperti sia momento importante per i visitatori, che possono vedere luoghi solitamente non accessibili al pubblico ma, soprattutto, questa iniziativa va a creare nelle piccole guide un grande senso civico e di appartenenza che, se coltivato, si tramuta in età adulta in rispetto per il patrimonio della città e di chi ci vive».

L’iniziativa, nata a Cagliari nel 1997 dalla Onlus Imago Mundi, è stata portata in terra estense l’anno scorso grazie al
ponte culturale creato dallo scrittore Luigi Dal Cin, che ha messo in moto la macchina organizzativa coinvolgendo realtà locali come Ferrara Off e l’Ordine degli architetti di Ferrara. L’iniziativa non si fermerà solo a Ferrara, domenica 21 ottobre esordirà a Copparo.

I LUOGHI

Sono diciotto quelli aperti nel week end (orario 10-18, salvo alcune eccezioni) con le guide in cappellino rosso. In centro storico saranno visitabili la famosa via Coperta che collega il Castello a Palazzo Ducale, il Palazzo del Municipio (sala consiliare, ufficio assessore alla cultura, Camerino delle Duchesse, sala Arengo ristruttura). Sempre in piazza Municipale sarà visitabile la sala Estense. Poi ecco il Museo della Cattedrale, in via Giuoco del Pallone apre Casa Minerbi di fattura trecentesca ma restaurata e ri-arredata negli anni ’50. Apertura straordinaria per la Cella del Tasso, poi il vicino il Museo di storia naturale, la scuola Alda Costa, l’adiacente Cinema Boldini e, a concludere il “Quadrivio Novecentista”, il Conservatorio (aperto solo domani). Il Palazzo delle Poste in viale Cavour sarà aperto (domani dalle 14) e rilascerà un nullo postale apposito. Sempre in Cavour il Palazzo dell’Aeronautica, solitamente inaccessibile, l’Acquedotto, per arrivare al Mof appena restaurato, il Meis (domenica dalle 14) e palazzo Savonuzzi.

GIORNATE DEL FAI

Questo è anche il week end delle Giornate del Fai, con iniziative in tutta la regione e un appuntamento a Ferrara. Domani e domenica le visite al complesso
di Asp (Centro servizi alla persona) di via Ripagrande 5. “Ciceroni” speciali gli studenti dell’Istituto superiore Aleotti-Dossi, che guideranno i visitatori all’interno dei cortili e delle stanze, fra il pozzo di Borso d’Este, la sala dei busti dei benefattori e l’archivio storico. Nel cortile sarà possibile ascoltare l’Archivio delle Voci, curato dall’artista Isabella Bordoni. Il complesso sarà aperto dalle 10 alle 18, con ultimo ingresso alle 17.30.

GIORNATA DELLA CULTURA EBRAICA

Domenica la XIX Giornata europea sul tema “Storytelling. Le storie siamo noi”. Iniziative in tutta Italia, nella nostra provincia a Ferrara e a Cento. Nel primo caso, al Meis in via Piangipane dalle 10 convegno “Storie e racconti di ebrei a Ferrara”, alle 14.30 la visita guidata a Ghetto e cimitero ebraico, alle 17 musiche con la soprano Ahava Noham Katzin e il chitarrista Massimiliano Filippini (info tel. 0532.769137).

A Cento visite all’ex Ghetto ebraico alle 16 (con ritrovo alla Sinagoga in via Provenzali), poi a Palazzo del Governatore alle 16.30 il laboratorio per bambini, alle 17 l’incontro con Tiziana Galuppi e alle 18.30 il concerto del gruppo Les Nuages Ensemble (info tel. 051 6843145).

G.P.

Altri contenuti

24 maggio, formazione online

24 maggio, formazione online

Proseguono le formazioni online gratuite realizzate nell’ambito del progetto europeo  REMEMBR-HOUSE, realizzato insieme alla Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura. Vi aspettiamo su Zoom venerdì 24 maggio alle 16.30 con l’incontro Le conseguenze economiche e sociali della persecuzione nazifascista. Interverranno: Ilaria Pavan (Scuola Alti Studi Lucca) – Una storia dimenticata? Il fascismo e la confisca dei beni ebraici  Barbara Costa (Archivio Storico Intesa […]
22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

In occasione della mostra “Ebrei nel Novecento italiano”, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS di Ferrara (via Piangipane, 81) propone due attività dedicate al Novecento al femminile da non perdere, realizzate in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara e con il 𝗖𝗼𝗺𝗶𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗥𝗲𝗴𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲 𝗘𝗺𝗶𝗹𝗶𝗮-𝗥𝗼𝗺𝗮𝗴𝗻𝗮 di 𝗞𝗼𝗺𝗲𝗻 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮, associazione in prima linea […]
15 maggio, la Resistenza dei fratelli Sereni

15 maggio, la Resistenza dei fratelli Sereni

Le celebrazioni per la Festa della Liberazione proseguono il 15 maggio alle 17.30 al Bookshop del MEIS (via Piangipane 81, Ferrara) con l’incontro “Emilio ed Enzo Sereni, due fratelli resistenti, due vite straordinarie.  Le scelte, i percorsi e i documenti”.Organizzata in collaborazione con l’Istituto Alcide Cervi di Gattatico (Reggio Emilia) e l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, la conferenza metterà in luce le affascinanti […]
12 maggio, evento al MEIS

12 maggio, evento al MEIS

La cucina ebraica italiana custodisce ricette che da secoli si tramandano di famiglia in famiglia. Una tradizione che si differenzia in ogni città e vede il dialogo armonioso tra i precetti delle feste e i cibi simbolici, le norme alimentari e prodotti tipici del territorio. Di questo e di molto altro parleremo domenica 12 maggio alle […]
9 maggio, evento online di #ITALIAEBRAICA

9 maggio, evento online di #ITALIAEBRAICA

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi racconti e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando […]