Meis, per la mostra i reporter di mezzo mondo

L’INAUGURAZIONE, il 13 dicembre, della mostra sugli ebrei in Italia, prima sezione del Museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah (Meis), sarà al centro di un press tour di cinque reporter provenienti da Israele, Stati Uniti e Regno Unito. La mostra, dal titolo ‘Ebrei, una storia italiana. Il primo millennio’, sarà inaugurata dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e si protrarrà sino al 16 settembre 2018, ne seguirà poi un’altra che porterà alla conclusione dei lavori del Meis, prevista per il 2020. L’iniziativa promozionale, per far conoscere il territorio ferrarese, le sue bellezze artistiche e i luoghi ebraici presenti, è realizzata da Apt Servizi Emilia-Romagna in collaborazione con i Comuni di Ferrara e Comacchio e la Provincia. Mentre i due reporter americani visiteranno, domenica Comacchio e il centro storico di Bologna, il press tour inizierà lunedì a Fico Eataly World con la visita al parco agroalimentare, il pranzo e la partecipazione ad un corso di cucina dedicato a un piatto tipico della cultura enogastronomica ferrarese, i cappellacci di zucca. In serata ci sarà il trasferimento nella nostra città dove, il giorno dopo, i reporter riceveranno i saluti delle autorità locali e della comunità ebraica e visiteranno il ghetto, la sinagoga, il centro storico con le sue bellezze Unesco.

Mercoledì, poi, il gruppo parteciperà alla conferenza stampa di lancio della mostra, alla presenza del ministro Dario Franceschini e visiterà in anteprima il percorso espositivo. Il tour si concluderà con la visita guidata al cimitero ebraico e alla Ferrara ebraica immortalata dallo scrittore Giorgio Bassani. In occasione della Giornata della Memoria, il 25 gennaio, la reporter americana Susan Van Allen farà una presentazione all’Istituto italiano di cultura di Los Angeles sul tema dell’ ‘Ebraismo in Italia’, incentrando il suo intervento su Ferrara e quanto avrà visto dopo aver partecipato al press tour.


LA VISITA

I ‘primi mille anni’ fino a settembre

FINO al 16 settembre si potrà visitare la mostra “Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni”. Un percorso tra oltre 200 oggetti, 49 epigrafi di età romana e medievale, provenienti dai musei di tutto il mondo, per raccontare il primo millennio dell’Italia ebraica.

Altri contenuti

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Giovedì 16 dicembre alle 18.00 al bookshop del MEIS si terrà l’evento “Sara e Pacifica. Donne (stra) ordinarie dai ghetti di Venezia e di Roma”. Al centro dell’incontro la storia parallela di due donne ebree che nel ‘600, pur confinate tra le mura del ghetto, riuscirono ad emanciparsi e lasciare il segno.  Sara Copio Sullam è animatrice a Venezia di […]
24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

Mercoledì 24 novembre alle 17.00 al Bookshop del MEIS si terrà l’evento “Umanesimo e tecnologia in favore del dialogo interculturale” promosso dal Progetto di Traduzione del Talmud Babilonese e con il patrocinio del Comune di Ferrara.  Durante l’incontro sarà presentato l’ultimo avanzamento che il Progetto di Traduzione italiana del Talmud Babilonese sta compiendo sia in campo tecnologico che linguistico, la Yeshivah digitale: […]
Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Si apre venerdì 29 ottobre 2021 al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara il terzo importante capitolo che il MEIS ha concepito per dare vita al suo percorso: l’esposizione Oltre il ghetto. Dentro&Fuori. La mostra – curata da Andreina Contessa, Simonetta Della Seta, Carlotta Ferrara degli Uberti e Sharon Reichel e allestita […]
UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

Il 5 ottobre 2021 la Commissione europea ha presentato un documento strategico per combattere l’antisemitismo nei prossimi 9 anni. Ad aprirlo, una citazione del rabbino Jonathan Sacks, recentemente scomparso: “L’odio che inizia con gli ebrei non finisce mai con gli ebrei. Commettiamo un grande errore se pensiamo che l’antisemitismo sia una minaccia solo per gli […]
È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata improvvisamente Carla Di Veroli, delegata alla Memoria di Roma Capitale nella giunta Marino, nipote di Settimia Spizzichino, unica donna tornata dalla razzia del 16 ottobre. Il direttore Amedeo Spagnoletto la ricorda: Ciao Carla. Ci hai trasmesso la passione con cui si combatte la lotta per la libertà, quella battaglia giusta e perenne per […]