«La luce dei bambini nel buio della Shoah»

È stata inaugurata ‘Stelle senza un cielo. Bambini nella Shoah’, la mostra didattica del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah realizzata in collaborazione con lo Yad Vashem (l’Ente nazionale per la Memoria della Shoah di Gerusalemme), l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e il Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea.

All’inaugurazione anche il prefetto Michele Campanaro, il questore Giancarlo Pallini e il consigliere regionale dell’Emilia-Romagna Marcella Zappaterra. «Abbiamo scelto di aprire questa mostra nel periodo che precede le feste per un motivo significativo – ha spiegato il direttore del Meis Simonetta Della Seta – ci stiamo avvicinando ad una fase dell’anno piena di luci e segnata dalle festività del Natale e di Chanukkah. E per questo, è giusto dare un messaggio chiaro: quello di non dimenticarsi delle luci, delle stelle che si sono spente e delle stelle senza un cielo. I bambini durante la Shoah sono stati privati di tutto eppure sono riusciti a ritagliarsi momenti di gioco, stringere amicizie, rimanere delle fonti di luce». «Oggi – ha proseguito – centinaia di sindaci si sono stretti attorno alla senatrice Liliana Segre, questo è il modo del Meis per unirsi all’abbraccio». I saluti della senatrice Segre arrivano attraverso il vicepresidente dell’associazione Figli della Shoah Daniela Dana Tedeschi: «Oggi è una data simbolica per tutti noi, l’anniversario della proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani. La storia che tramandiamo, come testimonia anche l’esperienza di Liliana Segre, è una storia di umiliazione, perdita di identità ma anche di rinascita e amore per la vita».

E’ intervenuta anche Liliana Picciotto, massima storica della Shoah in Italia, che si è occupata di redigere le storie dei bambini italiani presenti nel percorso della mostra. Marcella Hanna Ravenna, studiosa di psicologia sociale, ha fatto un ritratto dei giovani ebrei ferraresi negli anni della deportazione. Cesare Finzi, un bambino ferrarese nella Shoah, ha raccontato la sua esperienza di discriminazione dopo la promulgazione delle leggi razziali e i tentativi di fuga verso la libertà da parte della sua famiglia.

Altri contenuti

Il MEIS celebra Hanukkah con una mostra e diverse iniziative

Il MEIS celebra Hanukkah con una mostra e diverse iniziative

Il MEIS si prepara a celebrare Hanukkah, la suggestiva festa ebraica dei lumi, ospitando una mostra a tema e mettendo in campo diverse iniziative dedicate al pubblico di ogni età. Hanukkah, una delle ricorrenze più gioiose e conosciute del calendario ebraico, ricorda la vittoria dei Maccabei sui Seleucidi e su chi aveva abbandonato la tradizione per abbracciare il culto […]
INVITO INAUGURAZIONE – 6 dicembre, ore 18.30

INVITO INAUGURAZIONE – 6 dicembre, ore 18.30

Martedì 6 dicembre alle 18.30 siete tutti invitati al MEIS per scoprire la nuova mostra temporanea all’ingresso del museo “Hanukkah. Una festa raccontata attraverso l’arte”, curata da Amedeo Spagnoletto ed Ermanno Tedeschi. L’esposizione è dedicata a Hanukkah, la festa ebraica dei lumi che ricorda la vittoria dei Maccabei sui seleucidi e su chi aveva abbandonato […]
DUE FONDAZIONI PER LA FORMAZIONE DEI CITTADINI EUROPEI

DUE FONDAZIONI PER LA FORMAZIONE DEI CITTADINI EUROPEI

La Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo di Torino e la Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS di Ferrara, si sono aggiudicate un grant della Comunità Europea all’interno di CERV – Citizens, Equality, Rights and Value, programma che sostiene progetti volti a sensibilizzare i cittadini europei alla […]
Ricordando Vittore Veneziani e Fidelio Finzi

Ricordando Vittore Veneziani e Fidelio Finzi

Giovedì 17 novembre alle 16.30 al Bookshop del MEIS si terrà l’incontro “Note sulle note” dedicato a due grandi musicisti ebrei ferraresi: Vittore Veneziani e Fidelio Finzi. Il nome di Vittore Veneziani (1878-1958) è noto a Ferrara, la sua opera è invece meno conosciuta. Il Maestro non fu solo un grande direttore del coro della Scala di Milano, fu pure un musicista […]
Contrade, salute e cultura – Ferrara e l’ebraismo

Contrade, salute e cultura – Ferrara e l’ebraismo

Nove incontri per scoprire la ricchezza storica e culturale del rapporto tra l’ebraismo e la città di Ferrara: l’Avis provinciale e comunale di Ferrara, il MEIS e l’Ente Palio di Ferrara presentano il progetto “Contrade, salute e cultura 2022”, realizzato in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea e con il patrocinio del Comune di Ferrara. Dal 7 […]