Italy: Rabbi Amedeo Spagnoletto named new director of MEIS – National Museum of Italian Judaism and the Shoah

di Jewish Heritage Europe

A scholarly rabbi from Rome is the new director of Italy’s state-run National Museum of Italian Judaism and the Shoah (MEIS). The museum’s board unanimously chose Rabbi Amedeo Spagnoletto, 52, for a four-year term, replacing Simonetta Della Seta, who is moving to Jerusalem where she will direct the Europe Department of Yad Vashem.

Spagnoletto, a member of MEIS’s scientific committee since 2016, served in 2017-2019 as rabbi in Florence. He has a distinguished career as a scholar and educator — notably as a sofer, or scribe. He has restored religious manuscripts and texts that are held in museums and private collections as well as used in synagogues.

Among other projects, Spagnoletto oversaw the restoration of an 800-year old Torah scroll in Biella, northern Italy — dated to around 1250, it is believed to be the oldest Torah scroll still in regular use by a congregation.

MEIS foundation president Dario Disegni said the museum’s board had unanimously chosen Spagnoletto from 17 applicants coming from Italy and abroad. He called Spagnoletto “a scholar of internationally recognized authority in the field of Jewish history, culture, and cultural heritage who has already made an important contribution to the cultural and scientific programming of MEIS.”

MEIS, a state institution, officially opened in December 2017, with a large temporary exhibition on the first 1,000 years of Jewish experience in Italy. That exhibit now forms the core of the first part of the planned permanent exhibit.

The museum is located in a former prison complex opened in 1912 in Ferrara — a city whose Jewish history dates back to early medieval times and which still has a small Jewish community. For years Ferrara had a local Jewish museum, housed in the 15th century building in the heart of the old Jewish quarter that encompassed two synagogues, but this has been closed to the public since suffering earthquake damage in 2012.

To date, two original prison buildings have been renovated and house exhibits.,

Plans for the museum call for the construction of five modern buildings, resembling huge books and representing the five books of the Torah.

Altri contenuti

Rosh HaShanah 5783

Rosh HaShanah 5783

La sera di domenica 25 settembre inizierà Rosh HaShanah, il Capodanno ebraico, durante il quale si festeggerà l’ingresso nell’anno 5783. Il Capodanno cade il 1° del mese ebraico di Tishrì e apre un intenso periodo di festività che vogliamo celebrare con un’immagine fortemente simbolica: la ricostruzione della pavimentazione del IV secolo della sinagoga di Bova Marina a San Pasquale (Reggio Calabria), […]
Seminario “Opere da ritrovare”. I beni culturali sottratti agli ebrei in Italia: un primo bilancio

Seminario “Opere da ritrovare”. I beni culturali sottratti agli ebrei in Italia: un primo bilancio

16 settembre 2022, ore 9.30, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Macchia A seguito della promulgazione delle leggi razziali, nel periodo tra il 1938 e il 1945, vennero sottratti alle comunità ebraiche presenti nelle diverse città italiane e a singoli cittadini ebrei un numero imprecisato di beni culturali: opere d’arte, ma anche libri, documenti, mobilio, argenteria, oggetti […]
6 settembre, gita musicale sulla Nena

6 settembre, gita musicale sulla Nena

Martedì 6 settembre dalle 18.00 è prevista una gita gratuita sulla Nena, il battello fluviale, con l’accompagnamento musicale curato da PAOLO BUCONI & FLAVIO PISCOPO. Paolo Buconi è un etnomusicologo e violinista. La sua caratteristica fondamentale è unire il canto della voce a quella del violino. Ha sempre affiancato alla musica classica la sua passione per le musiche dei popoli, prima […]
6 settembre, evento per il Centenario del Liceo Roiti

6 settembre, evento per il Centenario del Liceo Roiti

Martedì 6 settembre alle 16.30, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS (via Piangipane, 81) ospita un evento dedicato alla memoria di Yoseph Colombo, rabbino, filosofo e preside del Liceo “A. Roiti” di Ferrara fino al 1938, anno in cui – a causa della promulgazione delle Leggi razziali – dovrà lasciare l’incarico.  L’incontro, aperto […]
Anteprima ferrarese di Piazza

Anteprima ferrarese di Piazza

Chi sono gli ebrei di Roma? Cosa è la Piazza? Come è cambiata la vita nel quartiere dell’ex ghetto dopo la retata nazista del 16 ottobre 1943? L’ARENAMEIS si chiude mercoledì 31 agosto alle 21.00 con “Piazza”, il documentario prodotto da Nanni Moretti e girato dalla talentuosa regista Karen Di Porto, già firma del film “Maria per Roma”. Di Porto tratteggia un ritratto dolceamaro […]