Il monumento a Bassani. Mostra al Meis con Karavan

Gian Pietro Zerbini

Alla ricerca di un sogno: il giardino dei Finzi Contini. Il 30 ottobre sarà inaugurata al Meis una mostra su alcune opere di Dani Karavan. Tra queste il progetto di memoriale sull’opera di Giorgio Bassani a Ferrara. Era il 25 novembre 2013 quando il grande scultore israeliano invitato dagli esponenti ferraresi di Italia Nostra venne a compiere un mandato esplorativo sui luoghi bassaniani per trovare l’ispirazione al compimento di un grande progetto che da tempo stava lavorando con Paolo Ravenna, probabilmente l’ultimo prima della morte dell’avvocato avvenuta l’11 novembre 2012.

IL CARTEGGIO CON PAOLO RAVENNA

Ravenna, una delle figure più alte della cultura ferrarese, aveva messo in piedi un carteggio con Karavan, con l’idea di fare un monumento dedicato all’opera letteraria del Giardino dei Finzi Contini e alla Ferrara di Bassani. Proprio per onorare la memoria di Ravenna, la trattativa in questi anni è ripresa ancor più in maniera incisiva, portata avanti dall’architetto Andrea Malacarne, referente ferrarese di Italia Nostra e dallo stesso figlio di Ravenna, Daniele, che pur vivendo a Roma è rimasto profondamente legato alla sua città e al progetto del padre.

IL SOPRALLUOGO A FERRARA

La visita di Karavan era stata accolta con entusiasmo anche da parte dell’amministrazione comunale, presente in quell’occasione con l’assessore all’urbanistica Roberta Fusari; il dirigente dei servizi culturali e capo di Gabinetto, Giovanni Lenzerini; la direttrice delle gallerie civiche d’arte moderna Maria Luisa Pacelli e l’architetto Natascia Frasson per i beni monumentali. In quell’occasione dopo un lungo sopralluogo che si è esteso da palazzo Diamanti (all’epoca era allestita la mostra con le opere di Zurbáran visitato dal maestro) fino alle Mura con la porta degli Angeli percorrendo corso Ercole d’Este e includendo anche nel percorso via delle Erbe e il cimitero ebraico. Karavan si era soffermato in particolare su quello spazio verde che sorge tra Palazzo Prosperi e il liceo Ariosto, dove recentemente è stato intitolato uno slargo alla memoria di Paolo Ravenna. È lì che sorgerà il monumento a Bassani e alla sua opera così fortemente voluto da Ravenna e Italia Nostra.

PROGETTO IN VIA DI COMPIMENTO

Grazie al contributo del Comitato Nazionale per il Centenario della nascita di Giorgio Bassani è stato infatti possibile affidare all’artista il completamento della progettazione dell’opera. Gli organizzatori sono al lavoro anche per trovare i fondi per realizzarla, per arricchire ulteriormente il patrimonio artistico
della città e per rendere realtà una delle intuizioni di Paolo Ravenna.

L’ARTISTA

Dopo aver studiato a Tel Aviv e alla Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme, Dani Karavan, 88 anni, ha completato la sua formazione all’Accademia di Belle Arti di Firenze (1956-57). Nel 1998 ha ottenuto l’Imperial Praemium di Tokyoper la scultura.

Altri contenuti

24 maggio, formazione online

24 maggio, formazione online

Proseguono le formazioni online gratuite realizzate nell’ambito del progetto europeo  REMEMBR-HOUSE, realizzato insieme alla Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura. Vi aspettiamo su Zoom venerdì 24 maggio alle 16.30 con l’incontro Le conseguenze economiche e sociali della persecuzione nazifascista. Interverranno: Ilaria Pavan (Scuola Alti Studi Lucca) – Una storia dimenticata? Il fascismo e la confisca dei beni ebraici  Barbara Costa (Archivio Storico Intesa […]
22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

In occasione della mostra “Ebrei nel Novecento italiano”, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS di Ferrara (via Piangipane, 81) propone due attività dedicate al Novecento al femminile da non perdere, realizzate in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara e con il 𝗖𝗼𝗺𝗶𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗥𝗲𝗴𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲 𝗘𝗺𝗶𝗹𝗶𝗮-𝗥𝗼𝗺𝗮𝗴𝗻𝗮 di 𝗞𝗼𝗺𝗲𝗻 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮, associazione in prima linea […]
15 maggio, la Resistenza dei fratelli Sereni

15 maggio, la Resistenza dei fratelli Sereni

Le celebrazioni per la Festa della Liberazione proseguono il 15 maggio alle 17.30 al Bookshop del MEIS (via Piangipane 81, Ferrara) con l’incontro “Emilio ed Enzo Sereni, due fratelli resistenti, due vite straordinarie.  Le scelte, i percorsi e i documenti”.Organizzata in collaborazione con l’Istituto Alcide Cervi di Gattatico (Reggio Emilia) e l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, la conferenza metterà in luce le affascinanti […]
12 maggio, evento al MEIS

12 maggio, evento al MEIS

La cucina ebraica italiana custodisce ricette che da secoli si tramandano di famiglia in famiglia. Una tradizione che si differenzia in ogni città e vede il dialogo armonioso tra i precetti delle feste e i cibi simbolici, le norme alimentari e prodotti tipici del territorio. Di questo e di molto altro parleremo domenica 12 maggio alle […]
9 maggio, evento online di #ITALIAEBRAICA

9 maggio, evento online di #ITALIAEBRAICA

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi racconti e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando […]