I migliori 10 viaggi da fare in Europa nel 2018 secondo Lonely Planet

di FABIANA SALSI

Chi non ama l’Emilia-Romagna? È la tra le regioni in cui si vive meglio, la gente è semplice, è tra le più interessanti e vivaci culturalmente, poi si mangia benissimo ovunque: a Bologna tortellini e ragù, prosciutto e Parmigiano a Parma, l’aceto balsamico a Modena (che è anche la patria del tre stelle italiano più famoso del mondo Massimo Bottura), e a celebrare tutto questo ora c’è anche Fico, il parco giochi dell’enogastronomia più grande del mondo. Comincia da qui Lonely Planet per spiegare perché questa regione nel cuore dell’Italia è la prima della lista della Best in Europe 2018 (trovate la lista completa nella gallery sopra).

LA CLASSIFICA
La Best in Europe di Lonely Planet è la lista delle 10 destinazioni d’Europa più interessanti per organizzare un viaggio: una classifica compilata – e ordinata – periodicamente dai suoi collaboratori che ogni volta scelgono il meglio in base alla vivibilità di ciascuna meta, la sua autenticità, l’offerta culturale, artistica e gastronomica. Una mappa di viaggio in cui c’è tutto, tra mete alternative e mete che hanno resistito al turismo di massa mantenendo la loro identità, isole poco conosciute, e città rinnovate in regioni che offrono nuove opportunità per essere scoperte.

LE METE
L’Emilia-Romagna è la prima della lista anche perché ora più che mai è in fermento, al centro degli occhi del mondo non solo per l’apertura di FICO a Bologna, ma anche per il nuovo Museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah a Ferrara e il Cinema Fulgor di Rimini, restaurato dal premio Oscar Dante Ferretti per ospitare anche un museo dedicato a Federico Fellini. Perciò non è un caso se qui, a Rimini, Lonely Planet quest’anno festeggerà anche il suo UlisseFest: il festival di viaggio che si terrà dall’8 al 10 giugno.

Oltre l’Italia? Nella Best in Europe 2018 ci sono le terre selvagge della Cantabria in Spagna e in Olanda la Frisia, con il suo capoluogo Leeuwarden che insieme a La Valletta è Capitale Europea della cultura 2018. E ancora, sono tante le mete da riscoprire con il pretesto di visitare nuovi e ipercontemporanei spazi artistici, come la Lituania, la Provenza e la Scozia, dove sta per inaugurare il V&A, che sarà uno dei musei del design più eclettici del mondo. Non potevano mancare alcune tra le destinazioni che si stanno aprendo ora al turismo come Kosovo e Albania, e restando dall’altra parte dell’Adriatico in questa lista c’è anche una valle slovena che non può mancare negli itinerari degli amanti del buon vino. Il mare? Si, c’è anche quello: per Lonely (anche) quest’anno in Grecia: sono le Piccole Cicladi, le isole più semplici, autentiche, da vivere ora prima che il turismo di massa le scopra.

Altri contenuti

INVITO INAUGURAZIONE – 6 dicembre, ore 18.30

INVITO INAUGURAZIONE – 6 dicembre, ore 18.30

Martedì 6 dicembre alle 18.30 siete tutti invitati al MEIS per scoprire la nuova mostra temporanea all’ingresso del museo “Hanukkah. Una festa raccontata attraverso l’arte”, curata da Amedeo Spagnoletto ed Ermanno Tedeschi. L’esposizione è dedicata a Hanukkah, la festa ebraica dei lumi che ricorda la vittoria dei Maccabei sui seleucidi e su chi aveva abbandonato […]
DUE FONDAZIONI PER LA FORMAZIONE DEI CITTADINI EUROPEI

DUE FONDAZIONI PER LA FORMAZIONE DEI CITTADINI EUROPEI

La Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo di Torino e la Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS di Ferrara, si sono aggiudicate un grant della Comunità Europea all’interno di CERV – Citizens, Equality, Rights and Value, programma che sostiene progetti volti a sensibilizzare i cittadini europei alla […]
Ricordando Vittore Veneziani e Fidelio Finzi

Ricordando Vittore Veneziani e Fidelio Finzi

Giovedì 17 novembre alle 16.30 al Bookshop del MEIS si terrà l’incontro “Note sulle note” dedicato a due grandi musicisti ebrei ferraresi: Vittore Veneziani e Fidelio Finzi. Il nome di Vittore Veneziani (1878-1958) è noto a Ferrara, la sua opera è invece meno conosciuta. Il Maestro non fu solo un grande direttore del coro della Scala di Milano, fu pure un musicista […]
Contrade, salute e cultura – Ferrara e l’ebraismo

Contrade, salute e cultura – Ferrara e l’ebraismo

Nove incontri per scoprire la ricchezza storica e culturale del rapporto tra l’ebraismo e la città di Ferrara: l’Avis provinciale e comunale di Ferrara, il MEIS e l’Ente Palio di Ferrara presentano il progetto “Contrade, salute e cultura 2022”, realizzato in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea e con il patrocinio del Comune di Ferrara. Dal 7 […]
Ciclo di incontri – L’esilio nella storia d’Italia

Ciclo di incontri – L’esilio nella storia d’Italia

Nella storia italiana contemporanea, l’esilio ha rappresentato una costante, segnando i destini di uomini e donne e dell’intera società nazionale. Le tensioni politiche e sociali, dai moti risorgimentali sino alla dittatura fascista, hanno creato le condizioni per una crescente necessità da parte di intellettuali, personalità politiche e, talora, semplici militanti, di abbandonare la madrepatria, continuando all’estero […]