Forbes porta a spasso l'America, il tour fra i tesori d'Emilia è online

di Eleonora Capelli

I turisti stranieri per il momento non possono venire in Emilia, sulle spiagge della Riviera o nelle città d’arte. Non possono visitare i musei o assaggiare le leccornie della cucina italiana. La rivista Forbes, rivolta a un pubblico di uomini di affari, consiglia però agli statunitensi che stavano programmando un viaggio nel Bel Paese di versarsi un bicchiere di lambrusco e di accomodarsi sul divano, per visitare, intanto “a distanza”, alcune attrazioni turistiche della regione che sono state messe on-line. Certo, non si può sostituire la visita a un museo o una passeggiata nel centro storico delle città storiche con uno streaming, ormai dopo settimane di lockdown è chiaro a tutti. Ma questa pausa forzata, questo momento obbligatoriamente senza viaggi e spostamenti, può essere l’occasione per prendere confidenza con una regione che Forbes definisce “uno dei principali hub culturali per turisti europei e internazionali”. E la rivista tra l’altro lo fa suggerendo indicazioni che possono essere utili anche per gli autoctoni. Tra i consigli degli americani svetta quindi la visita guidata alla mostra “Uniform” in corso al Mast, fatta dal curatore stesso, Urs Stahel. Tra l’altro il video è già in inglese con sottotitoli in italiano. Dura appena 10 minuti ma sono sufficienti per capire la ricchezza e l’interesse di questa mostra di fotografia incentrata sulle diverse uniformi che vengono indossate al lavoro, dall’elegante tailleur delle hostess fino agli stivali di gomma degli agricoltori. Tre artisti in particolare, Walead Beshty, Timm Rautert, Oliver Sieber, illustrano in altrettanti video la ricerca figurativa che sottende al loro lavoro. Le collezioni di importanti musei pubblici, come i Musei Civici di Piacenza o il Museo archeologico di Ferrara, sono state archiviate da Google ArteCulture, mentre sempre nella città estense si può visitare virtualmente la mostra in corso al Meis, Ferrara Ebraica. Ancora una volta, basta un clic. Se per le mostre e i musei l’espediente virtuale è molto collaudato, più difficile è apprezzare sul web l’atmosfera di posti incantati come l’abbazia di San Colombano, a Bobbio. Però anche farsi un’idea della grande ricchezza dei mosaici custoditi in questa chiesa può rappresentare una bella scoperta. Anche il Teatro Regio di Parma ha messo a disposizione un’esperienza “a immersione” nel festival dedicato a Giuseppe Verdi. Infine non pub mancare una capatina alla mostra sui 100 anni dalla nascita di Fellini, in corso a Rimini o ai musei Ducati, Lamborghini e Ferrari. Per la musica sotto le Torri viene segnalato il servizio “Jazz a domicilio” cui si accede dalla pagina Facebook del Bologna Jazz Festival oppure la pagina social della orchestra giovanile Luigi Cherubini. La cosa più difficile dopo questo tour sarà alzarsi dal divano e ritrovarsi sempre in casa, lontani migliaia di chilometri dalle bellezze illustrate da Forbes. Ma ci sono molte buone idee per programmare il prossimo viaggio, che comprenderà anche tortellini e tagliatelle, impossibili da trasmettere in streaming.

Altri contenuti

INVITO INAUGURAZIONE – 6 dicembre, ore 18.30

INVITO INAUGURAZIONE – 6 dicembre, ore 18.30

Martedì 6 dicembre alle 18.30 siete tutti invitati al MEIS per scoprire la nuova mostra temporanea all’ingresso del museo “Hanukkah. Una festa raccontata attraverso l’arte”, curata da Amedeo Spagnoletto ed Ermanno Tedeschi. L’esposizione è dedicata a Hanukkah, la festa ebraica dei lumi che ricorda la vittoria dei Maccabei sui seleucidi e su chi aveva abbandonato […]
DUE FONDAZIONI PER LA FORMAZIONE DEI CITTADINI EUROPEI

DUE FONDAZIONI PER LA FORMAZIONE DEI CITTADINI EUROPEI

La Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo di Torino e la Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS di Ferrara, si sono aggiudicate un grant della Comunità Europea all’interno di CERV – Citizens, Equality, Rights and Value, programma che sostiene progetti volti a sensibilizzare i cittadini europei alla […]
Ricordando Vittore Veneziani e Fidelio Finzi

Ricordando Vittore Veneziani e Fidelio Finzi

Giovedì 17 novembre alle 16.30 al Bookshop del MEIS si terrà l’incontro “Note sulle note” dedicato a due grandi musicisti ebrei ferraresi: Vittore Veneziani e Fidelio Finzi. Il nome di Vittore Veneziani (1878-1958) è noto a Ferrara, la sua opera è invece meno conosciuta. Il Maestro non fu solo un grande direttore del coro della Scala di Milano, fu pure un musicista […]
Contrade, salute e cultura – Ferrara e l’ebraismo

Contrade, salute e cultura – Ferrara e l’ebraismo

Nove incontri per scoprire la ricchezza storica e culturale del rapporto tra l’ebraismo e la città di Ferrara: l’Avis provinciale e comunale di Ferrara, il MEIS e l’Ente Palio di Ferrara presentano il progetto “Contrade, salute e cultura 2022”, realizzato in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea e con il patrocinio del Comune di Ferrara. Dal 7 […]
Ciclo di incontri – L’esilio nella storia d’Italia

Ciclo di incontri – L’esilio nella storia d’Italia

Nella storia italiana contemporanea, l’esilio ha rappresentato una costante, segnando i destini di uomini e donne e dell’intera società nazionale. Le tensioni politiche e sociali, dai moti risorgimentali sino alla dittatura fascista, hanno creato le condizioni per una crescente necessità da parte di intellettuali, personalità politiche e, talora, semplici militanti, di abbandonare la madrepatria, continuando all’estero […]