Ferrara apre le sue porte ad Abraham B. Yehoshua

«PENSO che l’identità ebraica, da millenni, sia il passaporto più efficace che esista. Noi ebrei possiamo sentirci ebrei ovunque c’è una casa ebraica e una comunità che apre le sue porte». Sarà Ferrara, il prossimo 10 giugno, ad aprire e anzi spalancare le proprie porte a Abraham B. Yehoshua, il maggiore scrittore israeliano contemporaneo, carismatico protagonista della vita e del pensiero culturale ebraico, e non solo. Nell’ambito della Festa del Libro Ebraico, Yehoshua terrà infatti una ‘lectio magistralis’ al Teatro Comunale – a testimonianza della rilevanza dell’incontro –, dove sarà introdotto nella conversazione

dalla direttrice del Meis, Simonetta Della Seta.

LO scrittore, che in una recente intervista si è definito «israeliano al mille per mille», è nato a Gerusalemme nel 1936 e oggi vive ad Haifa, dove insegna all’Università. Ma la sua popolarità è legata soprattutto ai romanzi, ben ventidue, pubblicati in Italia soprattutto da Einaudi: autentiche pietre miliari della narrativa moderna – non a caso a più riprese è stato ritenuto candidabile al premio Nobel per la letteratura –, da ‘Il signor Mani’ a ‘Viaggio alla fine del millennio’, da ‘Fuoco amico’ sino al più recente ‘La comparsa’. Una presenza, quella di Yehoshua a Ferrara, che ingemma non solo il programma dell’imminente Festa del Libro Ebraico, ma di fatto anche l’intero calendario delle iniziative organizzate dal Meis tra maggio e luglio; si inizia proprio oggi, al liceo Carducci di via Canapa, con la proiezione (a ingresso libero) del film ‘Shalom Italia’ di Tamar Tal Anati. ‘Shalom’, ossia pace, è forse la parola più nota della lingua ebraica, saluto e augurio al tempo stesso. La storia è quella di tre anziani fratelli ebrei di origini italiane, che tornano in Toscana dopo settant’anni per cercare la caverna in cui si erano nascosti, da piccoli, per sfuggire ai rastrellamenti fascisti e alla Shoah. La pellicola, diretta dalla giovane regista israeliana, farà da spunto per le riflessioni con gli studenti del liceo sociale, da parte della direttrice del Meis Simonetta Della Seta e di Anna Quarzi, direttrice dell’Istituto di Storia Contemporanea (salta invece la proiezione serale di Shalom Italia, inizialmente prevista stasera al Meis).

DOMENICA invece, alle 16.45, nella sede del Museo di via Piangipane, si terrà (a ingresso libero), una interessante lezione sui ‘Fondamenti di ebraismo: etica e mitzvot’, a cura di Alberto Avraham Sermoneta, rabbino capo della Comunità Ebraica di Bologna. Giovedì prossimo sarà Luciano Caro, rabbino capo della Comunità di Ferrara, a intervenire sul tema ‘La conta dell’omer: dall’uscita dall’Egitto alla consegna della Legge, gli ebrei e l’ebraismo tra Pèsach e Shavuòt’.
Il tutto, con una scansione di incontri pressoché settimanale sino all’inizio di luglio, mentre ovviamente prosegue la mostra sui primi mille anni di presenza ebraica in Italia, accompagnata dall’installazione multimediale. Da non dimenticare, infine, un evento di forte valenza simbolica: in occasione di ‘Interno Verde’, sabato e domenica sarà aperto gratuitamente al pubblico il Giardino delle Domande, in cui verranno piantati sette nuovi alberi biblici, per festeggiare il settantesimo compleanno dello Stato di Israele.

Stefano Lolli

Altri contenuti

24 luglio, Rosemary’s Baby all’ARENAMEIS

24 luglio, Rosemary’s Baby all’ARENAMEIS

Siete pronti per un grande classico del cinema dell’orrore, un film da brividi che terrà gli spettatori incollati alle sedie? Mercoledì 24 luglio alle 21.00 all’ArenaMEIS (via Piangipane 81) arriva Rosemary’s Baby. Scritto e diretto nel 1968 da Roman Polański, con protagonista Mia Farrow, il lungometraggio segue la travagliata gravidanza della giovane Rosemary, trasferitasi da poco con il marito in uno […]
17 luglio, prima visione all’ArenaMEIS

17 luglio, prima visione all’ArenaMEIS

L’ArenaMEIS prosegue con una prima visione ferrarese: il film franco-israeliano Douze Points. L’appuntamento è mercoledì 17 luglio alle 21.00 nel giardino del MEIS (via Piangipane 81, Ferrara). La commedia dolceamara diretta dal regista israeliano Daniel Syrkin (già firma della serie TV cult Tehran) vede come protagonisti Rasoul e Tarik, cresciuti insieme a Parigi e diventati presto inseparabili. L’amicizia viene messa in crisi […]
10 luglio, proiezione di Libere, disobbedienti, innamorate

10 luglio, proiezione di Libere, disobbedienti, innamorate

Il secondo appuntamento con l’ARENAMEIS, previsto per il 10 luglio alle 21.00, è dedicato al film Libere, disobbedienti, innamorate diretto dalla regista palestinese Maysaloun Hamoud. Protagoniste, tre ragazze arabe che dividono un appartamento a Tel Aviv. Salma lavora in un ristorante e nasconde alla propria famiglia la sua omosessualità, Layla è una avvocatessa che difende con caparbia […]
3 luglio, primo appuntamento con l’ARENAMEIS

3 luglio, primo appuntamento con l’ARENAMEIS

Torna l’ArenaMEIS, il cinema all’aperto ospitato nel giardino del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara (via Piangipane, 81) e dedicato ai film che esplorano i temi dell’ebraismo, dell’identità e del valore della diversità. Si inizia mercoledì 3 luglio alle 21.00 con L’ultima volta che siamo stati bambini, il film che ha segnato […]
26 giugno, Assaggi di mostra

26 giugno, Assaggi di mostra

In attesa dell’Arena estiva di cinema che tornerà il 3 luglio, vi aspettiamo il 26 giugno alle 18.00 con “Assaggi di mostra”: un aperitivo al museo (via Piangipane, 81) accompagnato da un approfondimento sulle opere d’arte presenti nella mostra “Ebrei nel Novecento italiano”. L’evento è realizzato in collaborazione con l’Istituto Alberghiero Vergani e la Strada dei Vini e dei Sapori della Provincia di […]