Da Courbet ai Tarocchi. Una settimana ricca di arte

L’ARTE di scoprire l’arte durante le vacanze natalizie. Sono molti i musei visitabili in questi giorni di pausa, e alcuni ospitano mostre temporanee che stanno per terminare. Ecco un assaggio delle possibili mete che la città offre. Nel periodo delle vacanze, il Meis chiude solo il giorno di Natale e l’1 gennaio, mentre in tutti gli altri giorni (dal martedì alla domenica) osserva il consueto orario di apertura, dalle 10 alle 18. Al Meis si può visitare Il Giardino che non c’è, mostra di Dani Karavan ispirata al Giardino dei Finzi Contini di Giorgio Bassani. Il percorso espositivo ‘Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni’ guida, poi, alla scoperta del primo capitolo della vicenda del popolo ebraico in Italia.

AL PADIGLIONE d’arte contemporanea è in mostra ‘De Pisis. La poesia dell’attimo’ organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e

Contemporanea in concomitanza con i lavori di riqualificazione di palazzo Massari, che ripercorre le fasi salienti della parabola creativa dell’artista Filippo De Pisis. Visitabile è anche la mostra Courbet e la natura, aperta fino al 6 gennaio a palazzo dei Diamanti (anche il 25 e 26 dicembre e l’1 gennaio. Il 31 dicembre apertura notturna fino alle 23.30, il 4 e 5 gennaio fino alle 22.30). È un ‘Viaggio nel mondo dei tarocchi’ quello proposto nei 22 arcani maggiori reinterpretati da Vito Tumiati, fino al 7 gennaio all’Hotel Torre della Vittoria (corso Porta Reno 17), mentre alla libreria la Pazienza, in via de’ Romei 38, fino al 6 gennaio, ci
sono i curiosi ‘Lavori su carta’ di Barbara Bicego, mostra a cura di Graziano Campanini e Valentina Lapierre, per la prima volta esposte a Ferrara. Da ammirare fino al 16 gennaio sono le ‘Enigmatiche visioni’ di Massimo Rubbi, musicista, insegnante e artista autodidatta, tra effetti ottici e giochi di sagome ricche di colori e con grandi libertà esecutive, alle Generali Italia (corso Giovecca 3) che apre i suoi uffici all’arte. Fino al 6 gennaio c’è anche la mostra Artenuti, in via Adelardi 9, organizzata dall’associazione Noi per loro e con esposte le opere dei detenuti.

Anja Rossi

Altri contenuti

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Giovedì 16 dicembre alle 18.00 al bookshop del MEIS si terrà l’evento “Sara e Pacifica. Donne (stra) ordinarie dai ghetti di Venezia e di Roma”. Al centro dell’incontro la storia parallela di due donne ebree che nel ‘600, pur confinate tra le mura del ghetto, riuscirono ad emanciparsi e lasciare il segno.  Sara Copio Sullam è animatrice a Venezia di […]
24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

Mercoledì 24 novembre alle 17.00 al Bookshop del MEIS si terrà l’evento “Umanesimo e tecnologia in favore del dialogo interculturale” promosso dal Progetto di Traduzione del Talmud Babilonese e con il patrocinio del Comune di Ferrara.  Durante l’incontro sarà presentato l’ultimo avanzamento che il Progetto di Traduzione italiana del Talmud Babilonese sta compiendo sia in campo tecnologico che linguistico, la Yeshivah digitale: […]
Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Si apre venerdì 29 ottobre 2021 al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara il terzo importante capitolo che il MEIS ha concepito per dare vita al suo percorso: l’esposizione Oltre il ghetto. Dentro&Fuori. La mostra – curata da Andreina Contessa, Simonetta Della Seta, Carlotta Ferrara degli Uberti e Sharon Reichel e allestita […]
UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

Il 5 ottobre 2021 la Commissione europea ha presentato un documento strategico per combattere l’antisemitismo nei prossimi 9 anni. Ad aprirlo, una citazione del rabbino Jonathan Sacks, recentemente scomparso: “L’odio che inizia con gli ebrei non finisce mai con gli ebrei. Commettiamo un grande errore se pensiamo che l’antisemitismo sia una minaccia solo per gli […]
È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata improvvisamente Carla Di Veroli, delegata alla Memoria di Roma Capitale nella giunta Marino, nipote di Settimia Spizzichino, unica donna tornata dalla razzia del 16 ottobre. Il direttore Amedeo Spagnoletto la ricorda: Ciao Carla. Ci hai trasmesso la passione con cui si combatte la lotta per la libertà, quella battaglia giusta e perenne per […]