Costa con la metropolitana. Fondi per l’idrovia ferrarese

Destinazione Emilia-Romagna. Dalla Riviera all’Appenino, dalle città d’arte al Wellness, passando per la Food e la Motor Valley: l’Emilia-Romagna si conferma sempre più meta turistica, con un valore del settore che supera l’11% del Pil regionale. Il tour per un confronto a tutto campo sulle prospettive del settore turistico ha fatto tappa ieri a Ferrara al Meis ed ha coinvolto operatori privati e pubblici del settore.

FERRARA E LA QUOTA 500MILA

Per il vicesindaco di Ferrara Massimo Maisto, che ha condotto l’incontro tra gli operatori e l’assessore regionale Andrea Corsini, «dal 2012 Ferrara cresce come numero di presenze turistiche. Non abbiamo ancora raggiunto l’obiettivo dei 500mila pernottamenti assestandoci attorno alle 480mila presenze, ma possiamo dirci soddisfatti, Ferrara non è come altre città polo di attrazione mondiale e la presenza di vacanzieri mordi e fuggi non si trasformerà mai in vero turismo». Abbiamo una “rete museal” e da far invidia a qualunque capitale europea. Dal 2021 dovremo lavorare poi sulla diversificazione delle proposte e sull’allungamento della permanenza media. Il Meis ad esempio non dev’essere la terza meta da visitare a Ferrara dopo il Castello e Palazzo Diamanti, ma deve contribuire a far vincere la concorrenza delle città vicine».

RIQUALIFICAZIONE DISTRETTO TURISTICO

Corsini, dopo aver registrato i numerosi interventi provenienti in maggior parte da operatori privati, ha messo in fila i temi più importanti che dovranno essere affrontati già dal prossimo anno: «Nelle prossime settimane vareremo due misure importanti, sottolinea l’assessore Regionale, per Comacchio, diventerà operativa la legge sulla riqualificazione del distretto turistico della costa in cooperazione con i privati che parteciperanno a bandi per la competitività ferrarese sul piano dell’internazionalizzazione agendo sui temi strutturali; per le imprese private attraverso una convenzione con Cassa Depositi e Prestiti per oltre 20 milioni di euro si potrà sostenere progetti di riqualificazione urbana».

DIRETTIVA BOLKENSTEIN

Una presa di posizione netta sulla direttiva Bolkenstein in attesa «che il Governo decida cosa fare e la smetta di giocare sulla pelle dei concessionari”, altrimenti la Regione si farà carico di approvare una legge che metterà tranquillità al settore. «Sulle infrastrutture – sottolinea Corsini– la Regione crede nella Cispadana come collegamento indispensabile per una crescita del settore produttivo. In attesa della nuova redistribuzione dei fondi strutturali europei 2021/28, la regione inoltre darà il via alla progettazione di una “linea metropolitana di costa” che colleghi Rimini ai Lidi Ferraresi e per questa opera chiede già da ora agli operatori di prepararsi per avanzare proposte e indicazioni utili». Sul tema dell’Idrovia Ferrarese, l’assessore regionale anticipa quella che è l’intenzione della Giunta Regionale di mettere a bando finanziamenti per circa 10milioni.

PROMOZIONE D EL TERRITORIO

Ultimo ma non per importanza il tema della promozione. Corsini parla del 2019 come dell’anno dei “grandi progetti di promozione e per Ferrara anticipa tre progetti speciali a 360gradi: Meis, Ferrara città dei musei e della cultura e un progetto per Cento incentrato sul Carnevale e sulla figura del Guercino.

Lauro Casoni

Altri contenuti

Rosh HaShanah 5783

Rosh HaShanah 5783

La sera di domenica 25 settembre inizierà Rosh HaShanah, il Capodanno ebraico, durante il quale si festeggerà l’ingresso nell’anno 5783. Il Capodanno cade il 1° del mese ebraico di Tishrì e apre un intenso periodo di festività che vogliamo celebrare con un’immagine fortemente simbolica: la ricostruzione della pavimentazione del IV secolo della sinagoga di Bova Marina a San Pasquale (Reggio Calabria), […]
Seminario “Opere da ritrovare”. I beni culturali sottratti agli ebrei in Italia: un primo bilancio

Seminario “Opere da ritrovare”. I beni culturali sottratti agli ebrei in Italia: un primo bilancio

16 settembre 2022, ore 9.30, Biblioteca Nazionale Centrale, Sala Macchia A seguito della promulgazione delle leggi razziali, nel periodo tra il 1938 e il 1945, vennero sottratti alle comunità ebraiche presenti nelle diverse città italiane e a singoli cittadini ebrei un numero imprecisato di beni culturali: opere d’arte, ma anche libri, documenti, mobilio, argenteria, oggetti […]
6 settembre, gita musicale sulla Nena

6 settembre, gita musicale sulla Nena

Martedì 6 settembre dalle 18.00 è prevista una gita gratuita sulla Nena, il battello fluviale, con l’accompagnamento musicale curato da PAOLO BUCONI & FLAVIO PISCOPO. Paolo Buconi è un etnomusicologo e violinista. La sua caratteristica fondamentale è unire il canto della voce a quella del violino. Ha sempre affiancato alla musica classica la sua passione per le musiche dei popoli, prima […]
6 settembre, evento per il Centenario del Liceo Roiti

6 settembre, evento per il Centenario del Liceo Roiti

Martedì 6 settembre alle 16.30, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS (via Piangipane, 81) ospita un evento dedicato alla memoria di Yoseph Colombo, rabbino, filosofo e preside del Liceo “A. Roiti” di Ferrara fino al 1938, anno in cui – a causa della promulgazione delle Leggi razziali – dovrà lasciare l’incarico.  L’incontro, aperto […]
Anteprima ferrarese di Piazza

Anteprima ferrarese di Piazza

Chi sono gli ebrei di Roma? Cosa è la Piazza? Come è cambiata la vita nel quartiere dell’ex ghetto dopo la retata nazista del 16 ottobre 1943? L’ARENAMEIS si chiude mercoledì 31 agosto alle 21.00 con “Piazza”, il documentario prodotto da Nanni Moretti e girato dalla talentuosa regista Karen Di Porto, già firma del film “Maria per Roma”. Di Porto tratteggia un ritratto dolceamaro […]