Bando Periferie, presentati i progetti: un ‘corridoio verde’ dal centro storico alle rive del Po

Di Ruggero Veronese

Un “corridoio verde” che consentirà di passeggiare dall’ex-Mof fino alle piazze del centro, passando per le rive di via Darsena o davanti al Meis lungo via Baluardi attraverso un unico parco cittadino interconnesso. È questo il primo passo del progetto finanziato con i 18 milioni appena ‘rientrati’ a Ferrara attraverso il Bando Periferie e presentato dal sindaco Tiziano Tagliani insieme agli assessori Aldo Modonesi (infrastrutture e mobilità) e Roberta Fusari (urbanistica), e che verrà realizzato nel corso del prossimo triennio.

Un piano che scommette su un nuovo approccio agli spazi dell’area sud del centro, da riconvertire appunto in un’area più a portata di pedone e predisposta per poter ospitare in futuro nuovi spazi e servizi nelle zone che verranno predisposte. Il progetto parte dall’ex Mof, dove verrà realizzato l’unica nuova costruzione prevista dall’investimento iniziale: un parcheggio a tre piani sul versante dove oggi è presente la stazione degli autobus, per i quali rimarranno le fermate, mentre il capolinea verrà unificato con l’altra stazione già presente in via del Lavoro, dietro i binari ferroviari. In un ramo della struttura saranno presenti poi strutture commerciali, un noleggio di biciclette e attività ristorative.

Dall’ex Mof partirà poi il ‘corridoio verde’: verranno infatti demoliti i magazzini dismessi che fiancheggiano l’attuale parcheggio, che lasceranno spazio a un parco di accesso al sottomura. Un’area verde già presente ma che sarà completamente riqualificata è invece quella che costeggia il Po lungo via Darsena, dove verranno eliminate recinzioni e barriere e sorgerà un unico parco lungo tutta la riva fino alla sede di Wunderkammer.

Tra queste due zone troverà spazio una bonifica attesa dai primi anni 2000: quella dell’area ex Camilli, che diventerà a sua volta una sezione di parco e fungerà da ulteriore ‘corridoio verde’ tra le mura che si affacciano davanti al Meis e il parco che si formerà lungo via Darsena. Tra gli altri interventi è prevista anche una copertura del parcheggio ex Pisa e la realizzazione di piste ciclabili, tutti i costi degli interventi sono riportati nella tabella pubblicata dal Comune.

Durante la presentazione del progetto, sindaco e assessori hanno sottolineato soprattutto l’allungamento dei tempi dettato dallo stop ai bandi deciso dal governo, poi revocato in seguito alle pressioni all’Anci: “C’era molta amarezza e disillusione – afferma Tagliani – perchè si è lavorato a spron abttuto per poter rispettare tempi strettissimi, per poi vederci sottratti i finanziamenti da un giorno all’altro. Questo ha dato una mazzata psicologica oltre che finanziaria a chi ha lavorato per questi progetti, ma ora siamo di nuovo in pista con un piano molto importante. Tutto il versante sud del centro storico è destinato a rinnovarsi e questi interventi sono complementari a quelli che abbiamo realizzato lungo via Bologna, a Porta Paola, Porta dell’Amore o sui baluardi”. Le prime demolizioni (oltre all’ex Mof, anche in via Darsena e Baluardi) partiranno attorno a giugno, dopo che verranno lanciati e aggiudicati i bandi.

Altri contenuti

Evento online Gli oggetti di una vita

Evento online Gli oggetti di una vita

Si conclude mercoledì 29 maggio alle 14.30 il ciclo di formazioni online gratuite REMEMBRANCE EXPERIENCE FOR ALL, realizzate nell’ambito del progetto europeo REMEMBR-HOUSE. Il centro di REMEMBR-HOUSE è la casa, nella sua dimensione di spazio fisico ed emotivo che richiama i concetti di famiglia, rifugio, sicurezza, condivisione. Il punto di partenza sono le carte del Fondo EGELI in cui sono conservate dettagliate liste dei […]
24 maggio, formazione online

24 maggio, formazione online

Proseguono le formazioni online gratuite realizzate nell’ambito del progetto europeo  REMEMBR-HOUSE, realizzato insieme alla Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura. Vi aspettiamo su Zoom venerdì 24 maggio alle 16.30 con l’incontro Le conseguenze economiche e sociali della persecuzione nazifascista. Interverranno: Ilaria Pavan (Scuola Alti Studi Lucca) – Una storia dimenticata? Il fascismo e la confisca dei beni ebraici  Barbara Costa (Archivio Storico Intesa […]
22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

In occasione della mostra “Ebrei nel Novecento italiano”, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS di Ferrara (via Piangipane, 81) propone due attività dedicate al Novecento al femminile da non perdere, realizzate in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara e con il 𝗖𝗼𝗺𝗶𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗥𝗲𝗴𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲 𝗘𝗺𝗶𝗹𝗶𝗮-𝗥𝗼𝗺𝗮𝗴𝗻𝗮 di 𝗞𝗼𝗺𝗲𝗻 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮, associazione in prima linea […]
15 maggio, la Resistenza dei fratelli Sereni

15 maggio, la Resistenza dei fratelli Sereni

Le celebrazioni per la Festa della Liberazione proseguono il 15 maggio alle 17.30 al Bookshop del MEIS (via Piangipane 81, Ferrara) con l’incontro “Emilio ed Enzo Sereni, due fratelli resistenti, due vite straordinarie.  Le scelte, i percorsi e i documenti”.Organizzata in collaborazione con l’Istituto Alcide Cervi di Gattatico (Reggio Emilia) e l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, la conferenza metterà in luce le affascinanti […]
12 maggio, evento al MEIS

12 maggio, evento al MEIS

La cucina ebraica italiana custodisce ricette che da secoli si tramandano di famiglia in famiglia. Una tradizione che si differenzia in ogni città e vede il dialogo armonioso tra i precetti delle feste e i cibi simbolici, le norme alimentari e prodotti tipici del territorio. Di questo e di molto altro parleremo domenica 12 maggio alle […]