Al Meis il racconto Nobel ‘Yentl’

Ci troviamo nel lontano 1904 e Yentl, una ragazza polacca, vive in un villaggio rurale ebraico tipico dell’Europa orientale, lo shtetl. Figlia di un rabbino e libraio, trova nello studio la sua più grande ragione di vita. Le aspettative dell’epoca la vorrebbero però sposata e presto madre, così, per difendere le sue scelte, la giovane decide di fuggire, travestirsi da uomo e proseguire nella sua ambizione. ‘Yentl’, tratto da un raccconto del premio Nobel ‘Isaac Bashevis Singer, è stato diretto e interpretato da Barbra Streisand (1983), conquistando il premio Oscar per la migliore colonna sonora.

Al modico e simbolico costo di 2 euro, è possibile godersi la proiezione del film sotto le stelle dell’arena estiva ‘Ebreo chi? Una, nessuna, centomila identità’, presso il Museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah. A introdurre questo quarto e penultimo appuntamento il discorso del direttore Amedeo Spagnoletto del Meis Sharon Reichel, il quale trova sostegno per l’iniziativa da parte di Holding Ferrara Servizi, Vitro Tecnologie, la cooperativa Le Pagine e la collaborazione del comune di Ferrara e dell’Arci Ferrara Aps.

Il film ha inizio alle 21.30, con accesso consentito a partire dalle 20.30, orario in cui il direttore, lo staff del museo ed alcuni ospiti danno una breve introduzione sui temi trattati e suggerendo letture di libri reperibili al Meishop, aperto fino all’inizio della proiezione, che si può guardare seduti sulle sedie, ma anche sdraiati sui plaid in omaggio che possono essere portati a casa finita la rappresentazione. Nel mentre è possibile acquistare, presso i distributori del posto, anche bibite e snack.

I posti disponibili sono 92, perciò è possibile prenotare il biglietto chiamando al numero 342 5476621 e scrivendo a meis@coopculture.it. Questo durante il servizio attivo, ossia martedì-giovedì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18 e venerdì-domenica 10.00-18.00. La limitazione dei posti lascia intendere che, in ottemperanza alle misure restrittive anti-covid, non si vogliono creare assembramenti, perciò si prega anche di non sostare prima delle 20.30 fuori dalle porte del museo. Inoltre, gli spazi di quest’ultimo sono completamente sanificati, è stato creato un percorso diversificato per l’entrata e uscita e messo a disposizione gel igienizzanti, sempre per garantire la sicurezza degli aderenti.

In caso di pioggia le proiezioni vengono riprogrammate. Per tutte le informazioni visitare il sito dell’arena Meis.

Altri contenuti

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Storie di donne dai ghetti di Roma e Venezia

Giovedì 16 dicembre alle 18.00 al bookshop del MEIS si terrà l’evento “Sara e Pacifica. Donne (stra) ordinarie dai ghetti di Venezia e di Roma”. Al centro dell’incontro la storia parallela di due donne ebree che nel ‘600, pur confinate tra le mura del ghetto, riuscirono ad emanciparsi e lasciare il segno.  Sara Copio Sullam è animatrice a Venezia di […]
24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

24 novembre – Presentazione del Progetto Talmud

Mercoledì 24 novembre alle 17.00 al Bookshop del MEIS si terrà l’evento “Umanesimo e tecnologia in favore del dialogo interculturale” promosso dal Progetto di Traduzione del Talmud Babilonese e con il patrocinio del Comune di Ferrara.  Durante l’incontro sarà presentato l’ultimo avanzamento che il Progetto di Traduzione italiana del Talmud Babilonese sta compiendo sia in campo tecnologico che linguistico, la Yeshivah digitale: […]
Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Al via la mostra “Oltre il Ghetto. Dentro&Fuori”

Si apre venerdì 29 ottobre 2021 al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara il terzo importante capitolo che il MEIS ha concepito per dare vita al suo percorso: l’esposizione Oltre il ghetto. Dentro&Fuori. La mostra – curata da Andreina Contessa, Simonetta Della Seta, Carlotta Ferrara degli Uberti e Sharon Reichel e allestita […]
UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

UNITI CONTRO L’ANTISEMITISMO

Il 5 ottobre 2021 la Commissione europea ha presentato un documento strategico per combattere l’antisemitismo nei prossimi 9 anni. Ad aprirlo, una citazione del rabbino Jonathan Sacks, recentemente scomparso: “L’odio che inizia con gli ebrei non finisce mai con gli ebrei. Commettiamo un grande errore se pensiamo che l’antisemitismo sia una minaccia solo per gli […]
È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata Carla Di Veroli, sempre in prima linea su memoria e antifascismo

È mancata improvvisamente Carla Di Veroli, delegata alla Memoria di Roma Capitale nella giunta Marino, nipote di Settimia Spizzichino, unica donna tornata dalla razzia del 16 ottobre. Il direttore Amedeo Spagnoletto la ricorda: Ciao Carla. Ci hai trasmesso la passione con cui si combatte la lotta per la libertà, quella battaglia giusta e perenne per […]